Momenti di festa…

… mi diventa difficile augurare a tutti noi Buone Feste… credo che capirete il perchè, senza che io aggiunga troppe parole. Oggi anche le canzoni di Natale stridono un pò con il mio stato d’animo. Ci rechiamo ai mercatini di Natale per trascorrere un momento di gioia… per acquistare quel piccolo dono da regalare alle persone a noi care….. un pensiero che scegliamo con il cuore… e poi… può succedere che tutto vada perso solo perchè qualcuno decide così.  Per esorcizzare le immagini di questi ultimi giorni… vi regalo queste spettacolari foto della mia città… scatti che, chi ama la fotografia, spesso di ritrova a dire “questi scatti avrei voluto farli io”.

Cordialmente … Buona vita a tutti

15585344_1177244905658823_5374417963084092990_o

15400516_1192345817521949_1807385266360114511_n.jpg

                                      TownHouse Galleria-Ph. Milano di Antoine

angioletto-di-natale

Salva

Annunci

Star…Ribbon…Heart

Ecco !  ho terminato di confezionare tutti gli addobbi… mi sono lasciata prendere dall’entusiasmo di usare …sperimentare il crochet e ne sono veramente soddisfatta… sarà un alberello originale e posso dire completamente handmade. Bene.. tra qualche giorno posterò le foto del mio angolino natalizio finito !! 🙂 …e allora

christmas_is_coming_by_kmygraphic-d6tple0

Tutorial cuore… qui   

Tutorial fiocco di neve… qui

Tutorial stellina… qui

Tutorial fiocco grande….. qui

In bianco e oro…

Oggi e’ San Martino… in Germania si dice che nel giorno di San Martino inizi il Natale, proprio come l’Epifania lo chiude. A differenza dei paesi del Sud Europa, nel Nord il giorno di San Martino viene festeggiato in particolar modo dai bambini, che una settimana prima cominciano a preparare le loro lanterne di carta per la processione. È infatti tradizione riunirsi il pomeriggio, quando inizia a fare buio, accendere la propria lanterna appesa all’estremità di un ramo e partecipare alla processione detta Laternenumzug, cantando canzoncine come “lanterne, lanterne, sole, luna e stelle, date luce a noi, date luce a noi, questa luce nel Mondo vogliamo portar!”.

56

Rispolverare i ferri…

I ferri ? Qualcuno si starà chiedendo.. che ferri? … ma i ferri per lavorare a maglia!!  Premetto che non sono bravissima, non sono in grado di produrre capi di alta moda… ma lavorare la bella lana mi rilassa e allora in queste ultime settimane mi sono rimessa al lavoro. Ho trovato dei filati morbidissimi casualmente in una piccola merceria qui in zona… sono della Laines du Nord .

Per lo scalda collo-cappellino ho usato filato ALPALUX – 76%lana 20%alpaca 4%poliestere :  colori dai toni caldi resi più vivaci e luminosi da qualche gugliata di lurex argento, mentre per lo scalda collo ho utilizzato filato VISONE 66%lana e 34%nylon … lavorato a maglia rete, ottima resa anche con ferro 4,5 . Un filato dalla morbidezza inaspettata, setoso e vellutato al tatto, è adatto a tutti coloro che non sopportano la perdita del pelo o sono allergici al mohair e all’angora. Punto di forza di questo prodotto è appunto la particolarità di non perdere il leggero pelo che durante la lavorazione viene inglobato e trattenuto con la lana di base. Da lavorare con un ferro 6-7 scorre veloce sui ferri. Adatto per abiti donna/bimba, morbido e carezzevole sulla pelle, giacchini, coprispalle e colli. I colori spaziano da alcune tonalità molto belle per baby, ad altre più scure ed eleganti per capi donna.

scalda collo
Scalda collo – filato Visone
scalda collo-cappellino
Scalda collo-cappellino filato Alpalux

Ciao..ciao, mia cara home!

Meno 33 giorni e via… si carica tutto e si parte … destinazione Milano Sud. In questi giorni  le emozioni sono contrastanti…. insomma lasciare la  bella casa che mi ha ospitato per ben 15 anni della mia vita…. non è poi così facile.  Il nuovo appartamento è molto carino….. tutto nuovissimo…. si… non manca proprio nulla se non lo splendido panorama che si godeva dal terrazzino di questo. Mi mancheranno sicuramente le montagne con le loro cime innevate che, nelle mattine invernali, ammiravo facendo colazione davanti alla finestra della cucina… mi mancheranno le splendide albe dai colori rosso fuoco…. che vedevo sorgere ad Est….e che si trasformavano spesso in splendidi scatti fotografici… mi mancherà mio figlio e la nostra cagnolina… ok…. è una pitbull… ma per noi è la nostra piccola Dea. Allora…. su consiglio della mia cara amica Rebecca.. chiuderò in bellezza pubblicando qualche foto di ciò che sto per lasciare…….  per poi riaprire in bellezza con foto del nuovo appartamento. Forse ci vorrà un pò di pazienza per il nuovo reportage fotografico perchè a breve sarò senza linea adsl…. e praticamente non potrò fare nulla fino a nuova attivazione… e poi serviranno i tempi tecnici per risistemare tutto. Saluto cordialmente tutte le persone che entrano in questo Bloggettino casalingo…. per lasciare un commento o semplicemente per dare una sbirciatina.

A presto….. Auf Wiedersehen!

Laura

Oggi vi presento….

2 mesi
Solarium 🙂
Solarium 🙂

1Dea… la nostra dolcissima PitBull. Quando è nata era in perfetta salute, viveva con i suoi 6 fratellini, mamma e papà. Ormai era la nostra cuccioletta e si attendeva la fine dello svezzamento per portarla a casa. Un giorno ci chiamano per informarci che la piccolina, giocando, era caduta da un muretto e si era fatta male ma che non era nulla di grave. Quando l’abbiamo vista … con un occhio gonfio… abbiamo pensato di portarla via e farla visitare dal nostro veterinario di fiducia. Purtroppo la diagnosi dopo la Risonanza Magnetica… non è stata confortante… trauma cranico con lesione del nervo ottico. Dea è con noi da più di un anno… i suoi occhi hanno un leggero tremolio continuo… ci vede ma il suo campo visivo sarà per sempre compromesso. La curiamo amorevolmente e lei ricambia questo amore incondizionato e puro…. con la sua vivacità… intelligenza e ubbidienza. Io e mio figlio non ci siamo lasciati intenerire completamente dal suo stato di salute…. è un cane dal carattere forte…  che va disciplinato sempre… ma quando la guardiamo dritta nei suoi occhi dolcissimi…. le coccole partono a raffica. 🙂

Alpen Fest 2014

Ci sono alcuni luoghi che restano per sempre nel nostro cuore…. e non perchè nel momento in cui vi hai soggiornato siano accadute cose esilaranti, ma semplicemente perchè hai trascorso delle giornate serene, camminando per ore nel silenzio guardandoti intorno e apprezzando il panorama … perchè hai gustato le prelibatezze del posto e apprezzato le tradizioni… bene, uno di questi luoghi è Livigno. Purtroppo sono sempre andata nel periodo invernale… quando nel Piccolo Tibet le temperature sono rigide e la neve abbonda. Non ho mai potuto fotografare di persona questo evento settembrino. Ve lo propongo con due foto tratte dall‘Album fotografico di I ❤ Livigno.

Un caro saluto a tutti.

 

 

 

 

 

 

Voglio fare una magia…

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

C’era una volta una piccola cascina lungo le rive di un fiume molto noto… non per le sue acque cristalline… ma perchè l’essere umano l’aveva sporcato inquinato…. e maltrattato. Un bel giorno passando da quelle parti…ho pensato a quanto dovevano essere tristi gli abitanti di quella casetta….. e allora mi sono messa all’opera e ho regalato loro delle montagne… un laghetto alpino e uno splendido tramonto. 😉

 

 

 

Vento di Maestrale…

Sea

Max Gazze’-Vento d’estate

Ho lasciato scappar via l’amore
l’ho incontrato dopo poche ore
è tornato senza mai un lamento
è cambiato come cambia il vento
Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

Ho pensato al suono del suo nome
a come cambia in base alle persone
ho pensato a tutto in un momento
ho capito come cambia il vento

Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

 

 

Sweet Home

sweethomeC’era una volta… una piccola casa circondata da ulivi e terra rossa della campagna pugliese.

Per me era un piccolo gioiello, tutta bianca con persiane e cancello grande di un bel color verde. Tanti vasi di gerani e una bungaville che con la sua cascata di rami, incorniciava il porticato.

La zona retrostante l’entrata, era stata abbellita con un’ampia veranda, un tavolo in legno fatto a mano e un dondolo che nelle caldi notti estive ci cullava insieme al canto dei grilli. E poi c’era il forno a legna dove si cucinavano, pizze, focacce farcite, il pane e ogni tipo di pietanza. Ricordo il profumo della legna, del rosmarino e del pane caldo appena sfornato.

C’erano una volta tante cose semplici che la giovane età non mi ha permesso di apprezzare fino in fondo… c’erano tante emozioni che restano indelebili nei ricordi.

Laura

Love, Coffee & Chocolate

cuore

 

Lo scrapbooking è definito come l’arte di ricordare e conservare i ricordi della propria vita attraverso le fotografie.

Lo scrapbooking nacque come tecnica manuale in cui le foto erano incollate in album e accompagnate da piccoli oggetti, spesso legati al momento da ricordare (persino i dentini da latte dei bambini), materiali per decorare le pagine, pensieri scritti a mano o con ritagli di giornali. Una sorta di collage di memorie, insomma, che dall’inizio del ‘900 ha rappresentato un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti, dove ancora oggi rappresenta l’hobby più diffuso.

Con l’avvento dei computer e i programmi di grafica digitale, sempre più performanti, nell’ultimo decennio lo scrapbooking ha assunto anche la forma digitale. Grazie ai software di grafica professionale, si possono creare composizioni che uniscono scatti fotografici a elementi di abbellimento quali fiori, foglie, nastri, bottoni, cuori, scritte e tutto ciò che la fantasia suggerisce, spesso con l’aggiunta di effetti speciali.

La scrap art digitale di maggiore pregio ed effetto si realizza scegliendo uno a uno gli elementi da abbinare alle fotografie da valorizzare. È un lavoro accurato che richiede tempo, studio e buon gusto nella valutazione dello stile (es. romantico, vintage, optical, essenziale) da adottare per costruire una singola “pagina” o un intero album, cura nella selezione di ogni singolo elemento grafico perché sia in armonia con tutti gli altri.

Ogni elaborazione grafica è pertanto unica ed esclusiva.

 

Ricordi…

green So soltano che i ricordi, a volte, fanno mancar l’aria…

 

Non c’è mai un perchè a un ricordo. Arriva all’improvviso, così, senza chiedere permesso. E non sai mai quando se ne andrà.
L’unica cosa che sai è che purtroppo tornerà di nuovo. Ma di solito sono attimi. E ormai so come fare. Basta non fermarsi troppo. Appena arriva quel ricordo, allontanarsene velocemente, farlo subito, senza rimpianti, senza concessioni, senza metterlo a fuoco, senza giocarci. Senza farsi male.
Federico Moccia

Fare scrapping con Photoshop… si può!

 

Deabirthday

 

 

 

 

Questa parola, dall’inglese scrap – “pezzetto”, “ritaglio” – definisce una particolare attività creativa che consiste prevalentemente nell’utilizzare brandelli di materiali per personalizzare oggetti, in particolare portaritratti, cornici e album di fotografie (prende infatti anche il nome di scrapbooking). Vengono utilizzati i più svariati materiali di recupero (carta, stoffa, polistirolo, fogli metallici, bottoni, legno… chi più ne ha, più ne metta), spesso significativi in se stessi perché correlati ai ricordi di chi li sceglie, per creare una composizione artistica che rappresenta spesso un “frammento di vita” dell’autore.

Da sempre metto insieme immagini con la ” taglia&cuci” Photoshop… ma questo genere di lavoro digitale non l’avevo mai sperimentato… e allora perchè non provare? Che dire…  a me piace definirlo  ” Prodotto di alta qualità creativa”